Giuseppe de Nittis

Giuseppe De Nittis (1848-1884), nato a Barletta, studiò all’Istituto di Belle Arti di Napoli. Espulso dall’Accademia per motivi disciplinari, si dedicò a pieno ad una pittura di paesaggio dai tratti decisamente antiaccademici: il suo tratto distintivo era un resa nitida, quasi fotografica. Viaggiò a Roma, poi a Parigi e a Firenze conoscendo mercanti d’arte e circondandosi delle personalità più in vista della cultura del tempo tra cui Dumas figlio, Daudet, Zolà, Degas e Manet. La sua opera “Una traversata negli Appennini-Ricordo” venne acquistata dal re Vittorio Emanuele II per la Reggia di Capodimonte. Su invito di Degas, partecipò con cinque dipinti alla prima Esposizione degli Impressionisti al Boulevard des Capucines, nello studio del fotografo Nadar. Trascorse la primavera e l’estate del’74 a Londra dove ottenne altrettanto successo che in Francia. Da allora, dividendosi tra Parigi, Londra e l’Italia, ebbe modo di affinare sempre più le capacità di acuto osservatore della realtà.

Opere

Via Decio Mure, 14 Sassoferrato (AN) 60041 Tel: 0732 951590732 619352 info@manifestiindigitale.it

Informativa privacy
Cookie Policy

Copyright © Tipografia Garofoli – P.I. 01042760429 – All rights reserved

error: