Autoritratto con vaso nero e dita aperte

Egon Schiele

La posizione artificiosa e sgraziata assunta da Egon Schiele nel suo autoritratto sottolinea la volontà di creare un’opera fortemente espressiva. I tratti del corpo deformati, sono resi ancora più spigolosi dai colori lividi e saturi. Il tema del ritratto è affrontato esasperando i motivi tipici dell’espressionismo. L’angoscia esistenziale che pervade i dipinti del pittore viennese si manifesta, infatti, in una poetica del brutto, nel tema della mortificazione della carne e della scarnificazione del corpo.

Data: 1911
Stile: Espressionismo
Dimensioni: 27,5×34 cm
Posizione: Wien Museum, Wien

Osserva l'opera da vicino

€ 34,80

altre opere di

Egon Schiele

Via Decio Mure, 14 Sassoferrato (AN) 60041 Tel: 0732 951590732 619352 info@manifestiindigitale.it

Informativa privacy
Cookie Policy

Copyright © Tipografia Garofoli – P.I. 01042760429 – All rights reserved

error: